Training for Freedom

Scopri di più Scarica il leaflet

Allenamento alla libertà

Il NECSTCamp (NECST + BootCamp) è un progetto di ricerca sviluppato all'interno del NECSTLab che ha come obiettivo principale quello di sviluppare negli studenti una maggior consapevolezza in se stessi e nei propri mezzi.

L'obiettivo del NECSTCamp vuole essere raggiunto attraverso la creazione di un ambiente e di una serie di attività dove, grazie al coinvolgimento degli studenti, e del personale tecnico amministrativo, del Politecnico di Milano in una serie di attività, si vadano a creare situazioni in cui possano ritrovare elementi del loro quotidiano, accrescendo così la coscienza nelle proprie capacità ed in generale in loro stessi. Un esempio di questi contesti è legato all’introduzione di una serie di attività del mondo dello sport. L'educazione ha il compito di dare "forma al cervello", le connessioni neuronali sono influenzate dall'esperienza. Questa dimensione motoria viene spesso sottovalutata a scapito di una dimensione cognitiva "disincarnata". Ma, come hanno osservato numerosi pedagogisti, un aspetto fondamentale dello sviluppo riguarda il controllo motorio e il coinvolgimento diretto della persona: esso ha importanti ricadute sulle funzioni cognitive e pone l'accento sullo stretto intreccio che esiste tra mente e corpo in ogni età della vita. La disciplina tipica dello sport viene ad essere vista come un approccio olistico verso la cura della persona che preveda un'attenzione precisa e puntuale verso la propria alimentazione e l’allenamento fisico. Ad esempio, tale attitudine, quando applicata all'interno del percorso didattico e formativo, ha non solo un effetto positivo sulle performance accademiche degli studenti, ma li aiuta anche a prendere consapevolezza di sé, ad allenare la loro capacità di adattamento e a rafforzare le proprie forze motivazionali e autoefficacia.

Il NECSTCamp è quindi un progetto che mira ad allenare le persone alla libertà. La libertà nasce dalla conoscenza di se stessi e quindi dalla derivante possibilità di scegliere consapevolmente. Ciascuno è diverso da un altro: esperienze famigliari, classe sociale, carattere personale, esperienze culturali. È importante che ciascuno possa costruirsi un personale piano di lavoro per valorizzare le proprie potenzialità o imparare quali siano i propri punti deboli o i punti di forza. Tenendo conto dei propri "bisogni interiori". La libertà di cui parliamo nasce quindi dai ragazzi stessi che, grazie alla consapevolezza nei propri mezzi, nel riconoscersi bravi, ma anche limitati, capaci, ma non infallibili, riescano a realizzare il proprio reale potenziale, abbattendo così le barriere legate a zone di comfort create per proteggersi dal rischio di sbagliare, dall’eliminazione di freni autoimposti per paura di misurarsi realmente con le proprie capacità. In questo cammino il ragazzo non è solo, anzi, è e si sente parte di un gruppo, un gruppo che diviene trainante. Il gruppo supporta nelle difficoltà, innesca l'attenzione per un campo di interesse, il compagno che ha superato e fatto propria una competenza è interessante da osservare e imitare. La base è il rispetto che nasce dal far provare a ciascuno le fatiche dell'altro. Un gruppo che vive insieme un problema, dove ciascuno deve partecipare per giungere alla soluzione. In questo contesto i ragazzi imparano così anche a collaborare.

Dopo un primo anno che ha visto coinvolte 45 persone, oggi il NECSTCamp è ripartito per il suo secondo anno aprendosi anche al personale tecnico amministrativo del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria (DEIB) e vede coinvolte 150 persone circa tra studenti e personale del NECSTLab e del DEIB che hanno aderito al progetto decidendo di avvalersi della guida di un team di professionisti composto da esperti di training, medici, nutrizionisti e psicologi. Da febbraio 2019 il NECSTCamp è anche entrato a far parte dei corsi di didattica innovativa proposti dal Politecnico di Milano, iniziativa denominata Passioni in Action ed è quindi stato aperto a tutti gli studenti del Politecnico di Milano. Il numero di partecipanti è, ad oggi, limitato da noi per poter comprendere al meglio le dinamiche per poter poi, da settembre 2019, con anche il coinvolgimento più attivo di Polimi Sport, con cui già oggi stiamo collaborando oggi, aprire in maniera più “importante” la partecipazioni al NECSTCamp. Per monitorare il raggiungimento degli obiettivi del NECSTCamp si è deciso di operare secondo quattro vie:

  • il miglioramento delle "performance" dei singoli all’interno delle singole attività fisiche grazie all’impiego del paradigma di benchmark ripetibili e misurabili;
  • il generale miglioramento del benessere delle persone e dei cambiamenti apportati da uno stile di vita più salutare e curato;
  • i miglioramenti sulla mente e sulle attività lavorative grazie ad un confronto con l’intera popolazione Politecnica avente le stesse caratteristiche dei ragazzi partecipanti al NECSTCamp;
  • l'impatto generale sulla "consapevolezza" dei ragazzi in se stessi e nei propri mezzi.

Chi siamo

Il NECSTCamp è organizzato da un team eterogeneo di esperti

Ideato da

NECSTLab

Da qui nasce

CFPolimi

Sponsor

BCG Mathworks

Partner

Politecnico di Milano Polimisport Montessori AVIS Milano Mathworks Humanitas University

Technical partner

Adidas AWS Polar

Press

NECSTLab